Libera Libido
Ciao, per poter partecipare attivamente alle discussioni, devi essere registrata.
La registrazione è gratuita!
Dopo la registrazione ti invito a presentarti nell'apposita sezione "un po' di noi" prima di rispondere alle discussioni o aprirne di nuove.
Saremo liete di accoglierti nella nostra comunità!

Pansessualità una tendenza difficile da identificare

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Pansessualità una tendenza difficile da identificare

Messaggio Da Stefy (Bauby) il Sab Set 15, 2012 1:49 pm

Tratto dal sito benesseresessuale.com di Valerio Celletti (che vi invito a visitare al link
http://www.benesseresessuale.com/index.php )



La pansessualità è l’orientamento sessuale che include le persone che desiderano avere rapporti sessuali con altre persone indipendentemente dalla loro appartenenza ad un determinato sesso.
Gli uomini e le donne pansessuali desiderano quindi avere rapporti sessuali con altri esseri umani.
Se si considerasse il semplice desiderio di avere rapporti sessuali con altre persone, la categoria della pansessualità potenzialmente comprenderebbe tutte le persone con un orientamento sessuale diverso dall’asessualità, risultando così una categoria poco utile alla comprensione del desiderio sessuale del pansessuale e violando il principio di economia (o rasoio di Occam) secondo cui bisogna sempre utilizzare le categorie più semplici disponibili.
Questo orientamento viene spesso confuso con la bisessualità per similitudini nel comportamento, ma la differenza tra i due orientamenti è riscontrabile nel fatto che le persone bisessuali trovano attraenti i tratti maschili o femminili delle altre persone, mentre le persone pansessuali ricercano l’assenza o la compresenza di entrambi i tratti.
L’orientamento pansessuale può confondersi con gli altri orientamenti sessuali perché il comportamento pansessuale può sovrapporsi al comportamento bisessuale nel caso di rapporti con persone dai tratti più o meno mascolini o femminili, mentre se ne distingue nei rapporti sessuali con persone transessuali, con persone androgine o con persone che non hanno ancora espresso i propri tratti sessuali.

E’ difficile che le persone si identifichino correttamente in questo orientamento sessuale.
Mentre alcune persone si definiscono correttamente pansessuali, altre lo fanno erroneamente per comunicare un pensiero politico di continuità tra i generi sessuali (transgenderismo) quando più probabilmente potrebbero essere identificate nell’orientamento bisessuale e infine molte persone non si definiscono pansessuali nonostante abbiano desiderio sessuale per persone prive di tratti maschili o femminili preferendo definirsi eterosessuali, omosessuali o bisessuali.
In generale la definizione di un orientamento sessuale non è necessaria al benessere sessuale dell’individuo, ma può essere utile a descrivere una specifica tendenza del proprio orientamento sessuale al fine di indirizzare la propria sessualità verso l’obiettivo più soddisfacente del proprio desiderio.

Non esistono statistiche esatte relative alla percentuale di pansessuali esistenti per la difficoltà di riconoscersi in questa categoria, ma nella popolazione degli Stati Uniti nel sondaggio sul proprio orientamento sessuale il 3,9% degli uomini ed il 3,8% delle donne dai 18 ai 44 anni non si dichiara né eterosessuale, né omosessuale, né bisessuale, dichiarando un generico “altro” riconducibile agli orientamenti pansessuale o asessuale.



_________________
Il benessere sessuale è parte integrante della salute psicofisica!
avatar
Stefy (Bauby)
Admin

Messaggi : 771
Data d'iscrizione : 02.11.11
Località : Colline del Monferrato

Vedi il profilo dell'utente http://liberalibido.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pansessualità una tendenza difficile da identificare

Messaggio Da Stefy (Bauby) il Sab Set 15, 2012 8:00 pm

Rivisto e corretto dallo stesso dott. Celletti che dichiara:

Ho ricevuto alcuni commenti circa la difficoltà di capire il concetto della pansessualità; ho perciò corretto alcuni aspetti della definizione. Spero ora sia più comprensibile.
Segnalatemi qui sul forum le cose che non capite o che vi sono poco chiare, così da arrivare ad articoli chiari e condivisibili.


versione corretta:


La pansessualità è l’orientamento sessuale che include le persone che desiderano avere rapporti sessuali con altre persone il cui aspetto non presenta caratteristiche distintive riconducibili ad un determinato sesso.
Gli uomini e le donne pansessuali desiderano quindi avere rapporti sessuali con altri esseri umani indipendentemente dal genere.
Se si considerasse il semplice desiderio di avere rapporti sessuali con altre persone, la categoria della pansessualità potenzialmente comprenderebbe tutte le persone con un orientamento sessuale diverso dall’asessualità, risultando così una categoria poco utile alla comprensione del desiderio sessuale del pansessuale e violando il principio di economia (o rasoio di Occam) secondo cui bisogna sempre utilizzare le categorie più semplici disponibili.
Questo orientamento viene spesso confuso con la bisessualità per similitudini nel comportamento, ma la differenza tra i due orientamenti è riscontrabile nel fatto che le persone bisessuali trovano attraenti i tratti maschili o femminili delle altre persone, mentre le persone pansessuali ricercano l’assenza o la compresenza di entrambi i tratti.
L’orientamento pansessuale può confondersi con gli altri orientamenti sessuali perché il comportamento pansessuale può sovrapporsi al comportamento bisessuale nel caso di rapporti con persone dai tratti più o meno mascolini o femminili, mentre se ne distingue nei rapporti sessuali con persone transessuali, con persone androgine o con persone che non hanno ancora espresso i propri tratti sessuali.

E’ difficile che le persone si identifichino correttamente in questo orientamento sessuale.
Mentre alcune persone si definiscono correttamente pansessuali, altre lo fanno erroneamente per comunicare un pensiero politico di continuità tra i generi sessuali (transgenderismo) quando più probabilmente potrebbero essere identificate nell’orientamento bisessuale e infine molte persone non si definiscono pansessuali nonostante abbiano desiderio sessuale per persone prive di tratti maschili o femminili preferendo definirsi eterosessuali, omosessuali o bisessuali.
In generale la definizione di un orientamento sessuale non è necessaria al benessere sessuale dell’individuo, ma può essere utile a comprendere una specifica tendenza del proprio orientamento sessuale al fine di indirizzare la propria sessualità verso l’obiettivo più soddisfacente del proprio desiderio.

Non esistono statistiche esatte relative alla percentuale di pansessuali esistenti per la difficoltà di riconoscersi in questa categoria, ma nella popolazione degli Stati Uniti nel sondaggio sul proprio orientamento sessuale il 3,9% degli uomini ed il 3,8% delle donne dai 18 ai 44 anni non si dichiara né eterosessuale, né omosessuale, né bisessuale, dichiarando un generico “altro” riconducibile agli orientamenti pansessuale o asessuale.


Vi ricordo il link al forum del dott.Valerio Celletti
http://www.benesseresessuale.com/forum/discussion/14/pansessuale#Item_2

_________________
Il benessere sessuale è parte integrante della salute psicofisica!
avatar
Stefy (Bauby)
Admin

Messaggi : 771
Data d'iscrizione : 02.11.11
Località : Colline del Monferrato

Vedi il profilo dell'utente http://liberalibido.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pansessualità una tendenza difficile da identificare

Messaggio Da mordicchio il Lun Set 17, 2012 7:43 am

in altre parole fare "sesso"e basta?

cioè avere uno sfogo sessuale indipendentemente da chi o come lo si ottiene un pò come succede nei collegi, nei seminari e, generalmente, in tutte le situazioni di congregazione più o meno forzata

direi che se così fosse non si può parlare di pansessualità ne di omo o bisessualità ma di esigenza e/o esperienze

diverso è se tale situazione persiste per tutta la vita e credo che il dott. Celletti si riferisse a questi casi e mi vengono in mente, ad esempio, i nostri antenati greci e romani che non si facevano mancare il sesso con i maschietti giovani per non parlare delle loro orge
avatar
mordicchio

Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 19.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pansessualità una tendenza difficile da identificare

Messaggio Da RossoSangue88 il Lun Set 17, 2012 9:35 am

mordicchio ha scritto:in altre parole fare "sesso"e basta?

cioè avere uno sfogo sessuale indipendentemente da chi o come lo si ottiene un pò come succede nei collegi, nei seminari e, generalmente, in tutte le situazioni di congregazione più o meno forzata

direi che se così fosse non si può parlare di pansessualità ne di omo o bisessualità ma di esigenza e/o esperienze

diverso è se tale situazione persiste per tutta la vita e credo che il dott. Celletti si riferisse a questi casi e mi vengono in mente, ad esempio, i nostri antenati greci e romani che non si facevano mancare il sesso con i maschietti giovani per non parlare delle loro orge

Quella romana e greca era mera bisessualità, infatti facevano distinzione tra amore omosessuale ed eterosessuale: per i Greci il sesso con una donna era impuro e tendenzialmente un atto più violento ed instintivo, con un maggiore orientamento al fine riproduttivo, mentre quello con un uomo era qualcosa di diverso, più dolce, spirituale e considerato più puro.

Nei romani invece, sopratutto nel periodo pre-cristiano, la regola era "più lo butto dentro, meglio è". Tuttavia avevano notevoli tabù sui propri "target" e a livello sociale c'era differenza tra il farlo con la propria moglie, con una prostituta, con un giovane o, violando i tabù, con un altro uomo adulto e libero.

La pansessualità prevede che non si tenga in considerazione l'identità di genere del partner e li si identifichi come individui "multisessuali" (o altri termini improbabili usati da chi si fa seghe mentali su questi argomenti).

RossoSangue88

Messaggi : 39
Data d'iscrizione : 19.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pansessualità una tendenza difficile da identificare

Messaggio Da mordicchio il Mer Set 19, 2012 7:49 am

RossoSangue88 ha scritto:
mordicchio ha scritto:in altre parole fare "sesso"e basta?

cioè avere uno sfogo sessuale indipendentemente da chi o come lo si ottiene un pò come succede nei collegi, nei seminari e, generalmente, in tutte le situazioni di congregazione più o meno forzata

direi che se così fosse non si può parlare di pansessualità ne di omo o bisessualità ma di esigenza e/o esperienze

diverso è se tale situazione persiste per tutta la vita e credo che il dott. Celletti si riferisse a questi casi e mi vengono in mente, ad esempio, i nostri antenati greci e romani che non si facevano mancare il sesso con i maschietti giovani per non parlare delle loro orge

Quella romana e greca era mera bisessualità, infatti facevano distinzione tra amore omosessuale ed eterosessuale: per i Greci il sesso con una donna era impuro e tendenzialmente un atto più violento ed instintivo, con un maggiore orientamento al fine riproduttivo, mentre quello con un uomo era qualcosa di diverso, più dolce, spirituale e considerato più puro.

Nei romani invece, sopratutto nel periodo pre-cristiano, la regola era "più lo butto dentro, meglio è". Tuttavia avevano notevoli tabù sui propri "target" e a livello sociale c'era differenza tra il farlo con la propria moglie, con una prostituta, con un giovane o, violando i tabù, con un altro uomo adulto e libero.

La pansessualità prevede che non si tenga in considerazione l'identità di genere del partner e li si identifichi come individui "multisessuali" (o altri termini improbabili usati da chi si fa seghe mentali su questi argomenti).

ancora oggi ci sono popolazioni o forse meglio sarebbe dire "religioni" che definiscono impura la donna e sarebbe interessante capire da dove o da cosa (presumo abbia radici religiose) tragga origine questa impurità e perchè sia stata accettata e, pare, condivisa anche dalle donne stesse

per il resto hai chiarito perfettamente come la pensavano greci e romani che in effetti non si facevano certo le seghe mentali che oggi invece si fanno in tanti su questi argomenti
avatar
mordicchio

Messaggi : 174
Data d'iscrizione : 19.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Pansessualità una tendenza difficile da identificare

Messaggio Da Ospite il Mer Set 19, 2012 9:12 am

Forse vado OT... l'impurità della donna è sempre stata legata alla mestruazione... è abbastanza ridicolo che siano soprattutto le religioni a farsi portavoce di una tale baggianata: no mestruo, no figli! E loro sono tanto affezionati alla donna fattrice...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Pansessualità una tendenza difficile da identificare

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum